Mani per la Vita:

Sollievo e Conforto


ASSOCIAZIONE                     ONLUS  Via camerini 7A Limena - Padova

Tel.  049 9076508

       377 2124352       info@faraja.it

C.F.       92279100280  

IBAN     IT 95 R 03599 01899 050188537065

Faraja onlus associazione                                               Webm         MKD


Andare a scuola in Congo costa, dalle scuole primarie in su (pochi mandano i figli alla scuola materna.)

Moltissime sono le scuole private, cioè costruite da privati cittadini, con mezzi propri, e gli insegnanti sono pagati grazie al contributo che mensilmente danno i genitori con la retta. Puntualmente, ad ogni difficoltà dei genitori, ad ogni ritardo nel pagare, i bambini sono rimandati a casa, perdono giorni di scuola, e molto spesso non riescono a fare un anno scolastico completo.



Il sostegno a distanza viene a portare una preziosa boccata d’ossigeno a genitori e figli, assicurando un intero anno di frequenza scolastica, con continuità e tranquillità.






ADORA’ ha 10 anni. E’ un “acrobata” nato. Prende  la rincorsa, pochi passi …e una bella capriola, per aria! Cosa che ho visto fare da bambini iscritti ad un corso di ginnastica, ma dubito che Adora’ abbia avuto l’opportunità di farne uno, chissà quanto costerebbe qui. Poco dopo si siede vicino a me, all’ombra. Mi chiede in prestito una penna, recuperiamo un  foglio di carta, già scarabocchiato, ma non importa. Vedo già il bambino concentrato a “scrivere”, sono curioso di sapere cosa. “Quello”, mi risponde indicando la videocamera (infatti lo sto riprendendo); insisto: “come si legge?” “…ehm…” Mi accorgo che Adorà non sa leggere. Ha voluto scrivere “SONY”, marca della videocamera, ma con la “Y” rovesciata. Vedeste l’impegno nel copiare, la gioia di POTER SCRIVERE; qualcosa, qualsiasi cosa.

In tutto ciò, la cosa che più mi fa riflettere, è vedere un bambino di  10 anni non sa né leggere né tanto meno scrivere, perché non è potuto andare a scuola.


INFANZIA LIBERA E CREATIVA

L’infanzia in Congo (ma non solo, crediamo) non viene vissuta pienamente, passa veloce, e i bambini si ritrovano presto già adulti, o ad agire da adulti. Già da piccoli sono abituati a dare una mano in famiglia, passano il periodo fuori dalla scuola (quando ci vanno), ad aiutare a casa.

FARAJA vorrebbe creare in Congo, con un musicista, esperto di animazione,  con decine di anni di esperienza in Italia con le scuole ed in ludoteca, delle strutture ricreative per bambini: Ludoteca; corsi di musica; apprendimento di strumenti; Canto, danza, teatro; laboratori di costruzione: giochi, giocattoli, strumenti musicali.